Articoli

Messaggi dell'8 Novembre 2020

Messaggio 8 Novembre dato ad Angela
Questa sera la Mamma si è presentata tutta vestita di bianco. Mamma aveva un grande manto bianco che la avvolgeva completamente e lo stesso manto le copriva anche il capo. Mamma aveva le mani giunte in preghiera e tra le mani una lunga corona del santo rosario, bianca come di luce. I piedi erano scalzi e poggiavano sul mondo. Mamma era triste e un lacrima rigava il suo volto.
 
Sia lodato Gesù Cristo 
 
“Cari figli, eccomi ancora una volta qui in mezzo a voi.
Figli, questa sera vengo a voi come Madre del Divino Amore, vengo qui per portarvi pace e amore. L'umanità ha bisogno di tanto amore e io come madre mi chino su ciascuno di voi e con le mie mani raccolgo tutte le vostre sofferenze e le miserie di questa umanità e le presento al cuore di mio figlio Gesù, unico salvatore del mondo.
Figli, il mio Cuore Immacolato è ferito nel vedere che tanti si allontanano dalla Chiesa per seguire le false bellezze di questo mondo, sempre più attanagliato dal male.
Figli, apritemi le porte dei vostri cuori e fatemi entrare, moltiplicate i cenacoli di preghiera, abbandonatevi al mio amore. Il mio cuore batte per ciascuno di voi, vi amo, vi amo immensamente.”
Poi la Mamma mi ha chiesto di pregare insieme a lei; dopo aver pregato le ho affidato tutti quelli che si erano affidati alle mie preghiere.
La Mamma ha ripreso a parlare:
“Figli, non lasciatevi scoraggiare nel momento della prova, non abbiate paura, io vi sono vicina anche quando siete distratti, io vi sono sempre accanto, vedo le difficoltà che vivete, sento il dolore che voi provate, vedo la tristezza dei vostri cuori, ma vi ripeto: Non temete, io vi sono vicina e lo sarò sempre, perchè vi amo e desidero che nessuno dei miei figli vada perduto.”
Infine la Mamma ha benedetto. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 
Messaggio 8 Novembre dato a Simona

Ho visto Mamma, aveva un vestito rosa chiaro, un manto azzurro e un sottile velo bianco sul capo, e la corona di dodici stelle. Mamma aveva le braccia aperte in segno di accoglienza e nella mano destra una lunga corona del santo Rosario, fatta di luce. Mamma poggiava i piedi scalzi sul mondo.

Sia lodato Gesù Cristo

“Cari figli miei ecco, ancora una volta giungo in mezzo a voi per l’immensa misericordia del Padre. Figli, vi ringrazio che siete accorsi a questa mia chiamata. Figli, è da tempo che giungo in mezzo a voi ma, ahimè ancora non mi ascoltate, vi lasciate facilmente prendere dalle insidie di questo mondo. Figli miei, la mia presenza in mezzo a voi, il mio messaggio per voi sono un aiuto, un monito, un conforto per aiutarvi a capire la strada da seguire, che conduce al Padre. 

Figli miei pregate, partecipate alla Santa Messa, inginocchiatevi dinnanzi al Santissimo Sacramento dell’Altare, pregate figli, riconciliatevi con il Padre tramite il sacramento della confessione.

Figli miei tanto amati pregate, pregate per la mia amata Chiesa, pregate per il vicario di Cristo, pregate per i miei figli amati e prediletti, guarda figlia.”

Mentre Mamma mi ha detto così, ho iniziato a vedere il mondo sotto i suoi piedi riempirsi di un fumo nero e denso, ho visto scene di guerra, dolore e distruzione, poi ho visto la chiesa di San Pietro a Roma e al suo interno scene di dolore e violenza. Poi in una stanza in un angolo una forte luce e nella luce dei sacerdoti che pregavano, amavano e donavano la vita per Cristo e per aiutare gli altri.

“Figlia mia prega con me per la mia amata Chiesa affinché quella piccola luce possa crescere e inondare tutto, affinché il male e l’oscurità lasci i cuori dei miei figli prediletti e regni in loro l’amore del Signore. Che tutti siano portatori di luce! 

Pregate figli, pregate.   

Adesso vi do la mia santa benedizione. 

Grazie per essere accorsi a me."